macchina-per-le-nocciole
27 Gennaio, 2019

Le macchine e gli strumenti per la raccolta delle nocciole

Una volta la raccolta delle nocciole veniva fatta a mano. Oggi, la tecnologia mette a disposizione del coltivatore e dell’appassionato una serie di soluzioni che consentono non solo di alleviare la fatica, ma soprattutto di velocizzare i tempi e risparmiare sulla manodopera, consentendo la coltivazione industriale di questo piccolo, ma gustoso frutto.

L’utilizzazione delle nocciole in numerose preparazioni dolciarie tra cui la celebre Nutella hanno reso questo passaggio inevitabile. D’altro canto, l’industrializzazione ha generato nel pubblico la preferenza per il prodotto biologico, con conseguente necessità di ridurre l’impatto ecologico delle coltivazioni.

Premesso che le nocciole vengono raccolte una volta cadute a terra, e che quindi bisogna sempre porsi il problema della preparazione del terreno prima di procedere all’operazione, attualmente gli approcci utilizzati per la costruzione di macchine per la raccolta delle nocciole si riducono sostanzialmente a tre.

Cestello raccogli nocciole

Consiste in un cestello in rete di metallo collegato a un’asta. Viene azionato manualmente dall’operatore, che deve passarlo sul terreno in modo da filtrarlo e raccogliere le nocciole presenti sul terreno.

Oggetto più che altro amatoriale, il cestello raccogli nocciole difficilmente può essere impegnato nell’agricoltura professionale per via dei tempi estremamente lunghi che l’operazione richiederebbe, a meno che non si spenda una fortuna assoldando un vero e proprio esercito di raccoglitori.

Altro svantaggio è la scomodità, soprattutto su terreni accidentati, e la difficoltà (che può diventare impossibilità) d’impiego sull’erba alta. In sintesi, nonostante la sua apparenza “ambientalista”, il dispositivo non risolve il problema del trattamento preliminare del terreno con diserbanti e pesticidi.

Il vantaggio è la facilità e il prezzo: lo si porta a casa con qualche decina di euro e l’utilizzo è intuitivo. Può essere poi utilizzato anche per la raccolta di castagne, olive, e altra frutta caduta a terra.

In conclusione, può essere una grande idea per una scampagnata tra amici o per chi ha un piccolo giardino, ma non è certamente utilizzabile da chi deve raccogliere in un noccioleto vero e proprio.

Macchina aspirante per la raccolta delle nocciole

Concettualmente simile all’aspirapolvere, la macchina aspirante per raccogliere le nocciole si compone di un aspiratore a motore collegato a una canna di aspirazione munita dei necessari filtri.

Può essere montata su ruote o cingoli per diventare semovente e quindi condotta su strada, oppure ridotta a un dispositivo più piccolo (e meno potente) che viene indossato dall’operatore come se fosse uno zaino.

L’energia può essere fornita dal trattore mediante trasmissione cardanica, o generata autonomamente nei modelli muniti di motore.

Il principale problema di questo approccio resta quello che in ogni caso bisogna trattare il terreno, in quanto non si riesce a operare se l’erba è troppo alta. Altro svantaggio è il notevole volume di polveri che viene inevitabilmente generato durante l’operatività del dispositivo.

Il vantaggio è quello di disporre di strumenti sufficientemente potenti per organizzare una raccolta delle nocciole di tipo industriale. In effetti, questo è stato l’approccio impiegato nei primi modelli di raccogli nocciole professionali.

In particolare: l’aspiratore da indossare a tracolla

Soluzione adatta per piccoli appezzamenti di terreno, consente di arrivare anche negli angoli più difficili grazie alla flessibilità del tubo aspirante.

Bisogna però considerare il peso e la scomodità, per cui l’operatore non può indossare il dispositivo a lungo, oltre alla necessità di adottare presidi adeguati di sicurezza (occhiali, mascherina e paraorecchie).

In sintesi:

Vantaggi:

  • Arriva anche nei punti più impervi, il che lo rende una buona soluzione per i lavori di spigolatura dopo aver passato una macchina più potente, o in piccoli frutteti.
  • Versatile: si può utilizzare anche per raccogliere altri tipi di frutta a terra.

Svantaggi:

  • Pesante e scomodo da usare.
  • Non impiegabile su grandi appezzamenti .

… e quello montato su macchina separata

Permette di trattare grandi estensioni di terreno e di organizzare una raccolta veramente di tipo industriale, consentendo velocità e risparmio di tempo e manodopera.

Tuttavia, non arriva nei punti più nascosti e alcuni modelli presentano difficoltà in collina o in coltivazioni coi filari stretti, soprattutto in curva.

Vantaggi:

  • Potenza ed economicità: una soluzione praticabile per appezzamenti di terreno medio grandi.
  • Risparmi di tempo e manodopera: bastano pochi operatori per concludere la raccolta in qualche giorno.

Svantaggi:

  • I modelli a trazione autonoma devono essere omologati e immatricolati per poter circolare su strada.
  • I modelli più grandi rendono meno in collina e possono presentare problemi o pericoli su pendii, tratti impervi, filari troppo stretti.
  • Non tutti i modelli raggiungono le zone più nascoste del noccioleto.
  • Non sempre si risparmia sulla manodopera. Per alcuni modelli, è comunque necessario preparare dei mucchi da sottoporre ad aspirazione, con conseguente dispendio di tempo e personale.

Macchina per la raccolta delle nocciole a spazzole

Questa tecnologia è stata introdotta recentemente per risolvere i problemi legati alle macchine ad aspirazione, ed è quella scelta per il raccogli nocciole Cassinelli [inserire Link con ancora “raccogli nocciole Cassinelli” a pagina relativa]. Come il nome suggerisce, le macchine per la raccolta di nocciole di questo tipo utilizzano un sistema di spazzole per spolverare il terreno, evitando gli inconvenienti dell’aspirazione pura.

Rispetto al sistema precedente, i vantaggi sono notevoli:

  • Non è più necessario trattare il terreno, in quanto molti modelli lavorano anche su manto erboso, con conseguente risparmio di pesticidi e diserbanti.
  • Non è più necessario preparare i mucchi da aspirare, il che si traduce in risparmi anche di due o tre giorni di lavorazione.
  • Non si creano volumi eccessivi di polvere.

Come per la tecnologia ad aspirazione, il sistema è sufficientemente versatile per essere utilizzato anche per castagne, noci e altri frutti da raccogliere a terra. Basta semplicemente dotare la macchina di una serie opportuna di filtri per le varie tipologie.

Un problema potrebbe essere la difficoltà di raggiungere i punti più nascosti del frutteto, comune del resto a tutte le macchine di raccolta di tipo professionale. Per ovviare a questo problema, sui modelli Cassinelli è montato un sistema di spostamento idraulico laterale che consente di manovrare il raccoglitore come se fosse una trinciatrice.

Altri problemi che si sono presentati nella prassi sono legati alla manovrabilità su terreni difficili. In questo caso, l’adozione di particolari misure come le molle di controbilanciamento ha permesso alla Cassinelli di rendere le sue macchine raccogli nocciole sicure e utilizzabili anche su pendii e terreni impervi.

In conclusione, la tecnologia a spazzole si rivela più efficace e “pulita” di quella ad aspirazione, anche se ovviamente c’è sempre spazio per i miglioramenti. Non sorprende quindi che venga sempre più adottata dalle aziende (attualmente ve ne sono altre tre, oltre alla Cassinelli) , configurandosi già oggi come la tecnologia di elezione del futuro nel segmento della raccolta delle nocciole e della frutta a terra.